Eccomi: quello di quasi sempre...

Vorrei andare controcorrente ma non riesco ad entrare nella presa.
Qui fate che diavolo volete: commentate, insultate e rompete il ca22o. Tanto non vi sarà prestata attenzione alcuna.MAI.

venerdì 29 febbraio 2008

Gimme back my bullets


“Peppe ma perché ultimamente scleri?”
SEMPLICE:
Perché sono diventato così. Perché ora mi schifo da solo e fra DIECI MINUTI sarò fiero di me.
Lunatic? Probably.
Lunatico? Forse.
Paranoico? Forse.
Ho perso ogni certezza brother. Perché l’unica certezza che ho è che un giorno mi sveglierò all’inferno o nei campi elisi o non mi sveglierò affatto. O O O; compro una vocale: la O di Ops.La lettera dell’incertezza. Ho capito che le certezze costano ed io non ho soldi. Le incertezze, invece, sono gratis e ti vengono se accendi il cervello. Ma io non ricordavo di averne uno. Solo che, ora, i folletti dell’incertezza sono lì e mi fissano. Sono lì ed ognuno ha portato con se un fantasma. I fantasmi del mio e del vostro passato. Avevo provato ad ucciderli, ma con la violenza non si uccidono i fantasmi, al massimo se ne creano.
E a quanto pare io ho esagerato con il piombo vagante. E adesso? Cosa faranno tutti quei folletti? E i fantasmi? Sopravvivrò? Altre incertezze gratuite. Grazie.
Forse però se faccio un po di fuoco di copertura e alzo i tacchi ce la faccio a scappare. Ok, farò così. Vado: fuoco, e si parte. No! Fuoco? Cazzo ho preso un folletto ed è diventato un altro fantasma. Scusa folletto non volevo beccare te. Eri anche il mio folletto preferito. Il DUBBIO da 9 e mezzo quello su cui ci pensi la notte. Scusami ancora. Che danno che sono ho anche finito le pallottole. Quindi non si scappa nemmeno. Sto messo davvero male.
Ehi! Tu, si tu che stai leggendo e anche tu che stai pensando. “questo è scemo”. Pensa che cazzo vuoi tanto i folletti non vanno via, i fantasmi nemmeno e tu di certo non mi servi, ne tu ne i tuoi commenti da mediocre.
Non credere di non avere fantasmi o folletti, ce li abbiamo tutti solo che magari tu non li vedi o non trovi la messa in moto del cervello. Intanto i dieci minuti sono passati. Quindi dicevo non mi servi più. Quindi vai via se non vuoi diventare un fantasma, ho una voglia infinita di fare una strage: ridatemi i miei proiettili!. Però ora tocca aspettare che uno dei vecchi “lenzuoli” mi chieda di tornare in vita. Magari una volta ce la faccio anch’io a fare questa magia. “Pè e se non dovesse chiedertelo?”. Ok complimenti hai appena acceso il cervello. Comunque resterò qui a lavorare al mio progetto, sotto gli occhi dei folletti, dei fantasmi e sotto un cielo stellato ma ormai nuvoloso.
Come dire: Chi se ne fotte dei dubbi. L’importante è averceli, no? Se hai dubbi sei ancora vivo anche se per poco.
Ma cosa cazzo sto dicendo? La gente è pazza. Si confermo “fratres” La gente è pazza, ma io di più.
Cazzo, comunque è proprio vero: SONO SEMPRE LE COSE SEMPLICI CHE MI FOTTONO.

"Simple man" Lynyrd Skynyrd.

2 commenti:

tony ha detto...

gup sei semplicemente un mito...complimenti!!!

Anonimo ha detto...

maaaaaaaaahh! pure a me piace la parmiggiana!

Joskankjo